Surroga mutuo

Moltissime persone, per un motivo o per l’altro, si trovano tutt’ora alle prese con un mutuo. Questo impegno economico solitamente si estende per diversi anni e prevede, oltre alla restituzione della somma ricevuta in prestito, anche un certo numero di interessi che possono variare od essere fissi a seconda della tipologia di contratto siglato. Quel che però non tutti i possessori di un mutuo sanno è che è possibile optare per quella che in gergo viene definita surroga del mutuo.

Quando un istituto di credito ti fornisce un tasso di interesse più conveniente rispetto a quello che stai versando ad un altra banca, è possibile chiedere la surroga del mutuo, ovvero un trasferimento del debito dalla vecchia banca a quella nuova senza dover ricominciare a pagare il prestito da 0, godendo però dei benefici dei nuovi tassi d’interesse.

Esistono due tipologie di surroga del mutuo. Nella surroga bilaterale le uniche due parti coinvolte nello scambio sono il cliente e la nuova banca che si occuperà di far richiesta alla vecchia banca di tutta la documentazione necessaria affinchè la transazione possa avvenire. Nella surroga trilaterale invece è fondamentale che vi sia anche il coinvolgimento della banca originaria la quale avrà l’obbligo di rilasciare la quietanza di estinzione e di non cancellare l’ipoteca originaria.

Questa opzione è estremamente valida perchè consente al mutuatario di godere di risparmi notevoli sulla rata senza però perdere ciò che è stato versato fino a quel momento. Vi consigliamo quindi di rivolgervi ad un notaio esperto perchè possa assistervi efficacemente durante la surroga del mutuo, così da evitare di incappare in cavilli legali spesso ben nascosti nei meandri delle clausole contrattuali.

Random Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*