Il finanziamento a fondo perduto per le nuove imprese

Avviare una nuova impresa, soprattutto vista l’attuale crisi che ha destabilizzato il panorama economico mondiale, non è sempre facile. I giovani con buona volontà e tante idee non mancano al nostro paese, il problema sono i cavilli burocratici, spesso infiniti, che portano chi vorrebbe creare qualcosa a rinunciare prima ancora di aver cominciato. In questo articolo però vi parleremo di una metodologia di finanziamento che spesso gli enti pubblici prediligono per investire in queste idee fresche. Si tratta del finanziamento a fondo perduto.

Il finanziamento a fondo perduto avviene con una modalità abbastanza semplice ed accessibile a chiunque. Il giovane imprenditore deve presentare all’ente che eroga il finanziamento, un business plan, completo di spese previste, idee ed obiettivi a breve e lungo termine nel quale spiega come intende impiegare i fondi eventualmente ricevuti. Questo documento andrà poi allegato al modulo della domanda ufficiale.

I vantaggi di questo tipo di finanziamento non sono affatto pochi e lo rendono quindi molto ambito, soprattutto per chi non ha un grosso capitale di partenza, poichè la somma prestata non deve essere restituita e soprattutto non sarà soggetta ad interessi. In pratica vi ritroverete ad avere il capitale iniziale che vi serve per avviare la vostra attività o per realizzare la vostra visione.

Non vogliamo comunque illudere nessuno, le aziende che scelgono di rischiare investendo su di voi saranno molto poche e lo faranno qualora abbiate veramente qualcosa di concreto da proporre, ma rimane comunque un ottimo modo per cominciare o per rilanciare la propria attività d’impresa. Suddetti finanziamento sono più frequenti in zone considerate svantaggiate economicamente come può essere il sud d’Italia.

Random Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*